OMICIDIO STRADALE E LESIONI PERSONALI GRAVI O GRAVISSIME. LA REVOCA DELLA PATENTE NON SARA’ PIU’ AUTOMATICA.

Lo ha deciso la Corte Costituzionale. Resteranno in vigore le pene più severe previste dalla legge 41 del 2016, ma la revoca della patente non sarà più automatica, salvo in caso di guida in stato di ebrezza o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. Solo in presenza di quest’ultima circostanza la revoca scatterà in automatico, mentre in tutti gli altri casi verrà decisa dal giudice, che valuterà caso per caso.

La Corte ha dunque dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’articolo 222 del Codice della strada, nel punto in cui è previsto l’automatismo della revoca della patente in tutti i casi di condanna per omicidio stradale o lesioni gravi o gravissime.
Una sentenza annunciata da tempo, considerate le evidenti perplessità che la legge in questione aveva sempre destato.